le più lette...
i protagonisti |
Dopo le terme di Peter Zumthor e il percorso di Tadao Ando, nuovo incarico della società svizzera 7132 per un progetto firmato Thom Mayne

Tre Pritzker in una città di 1000 abitanti. Svelato l’hotel di Morphosis per Vals

di Paola Pierotti | pubblicato: 25/03/2015
"Vals punta su una semplice formula magica: 1000 abitanti, 1000 pecore e 1000 posti letto. Discrezione a volontà, piacere allo stato puro. "Settantuno trentadue", come dicono gli abitanti di Vals, non è soltanto un codice di avviamento postale. 7132 è un simbolo"
Tre Pritzker in una città di 1000 abitanti. Svelato l’hotel di Morphosis per Vals
"Vals punta su una semplice formula magica: 1000 abitanti, 1000 pecore e 1000 posti letto. Discrezione a volontà, piacere allo stato puro. "Settantuno trentadue", come dicono gli abitanti di Vals, non è soltanto un codice di avviamento postale. 7132 è un simbolo"

Morphosis Architects e 7132 Ltd hanno annunciato la loro collaborazione per realizzare un nuovo hotel di lusso a Vals entro il 2017. Saranno quindi tre i premi Pritzker impegnati nella cittadina svizzera, già nota per le terme di Peter Zumthor e per il sentiero progettato dall’architetto giapponese Tadao Ando.

Il progetto per l'hotel è frutto di un concorso internazionale indetto da 7132 Ltd lo scorso giugno a cui erano stati invitati otto studi tra i più importanti al mondo. “Morphosis è stato scelto dal cliente con una proposta che utilizza un approccio minimalista per integrare il nuovo hotel nel paesaggio alpino, creando un’esperienza senza precedenti capace di integrarsi nel resort esistente” si legge in una nota dello studio americano. Il nuovo albergo si articola in tre blocchi: un podio che collega l'edificio con le strutture limitrofe; una seconda area contenente il ristorante, la caffetteria, un centro benessere, il bar e alcuni servizi pubblici condivisi con la città; e la torre-camere con un bar all’ultimo piano, sale ristorante, e 107 stanze tutte dotate di vista panoramica.

Il nuovo hotel di Thom Mayne si inserisce in un piano di collaborazione e sviluppo tra il direttore esecutivo Pius Truffer e il fondatore di 7123 Remo Stoffel, entrambi nati e cresciuti a Vals. Il gruppo è proprietario delle terme dal 2012 quando 7132 ha acquisito l’intero resort dal Comune, impegnandosi a favorire un turismo di alto profilo, valorizzando il territorio, anche in considerazione dell’interesse internazionale crescente per l’area alpina. “Quando la cittadinanza di Vals ha deciso attraverso un referendum di vendere le terme e l’hotel ai privati – si legge nella nota dello studio Morphosis – ha consegnato nelle sue mani un gioiello prezioso e ha dato anche molta fiducia: l’identità del luogo va mantenuta in tutti i suoi sviluppi futuri”. Dopo l'acquisto di questi beni l'impresa ha preso il nome del codice postale della città: 7132, e questo sarà anche il nome dell’hotel. Una strategia di “brand” ma anche un impegno da parte degli imprenditori nel portare avanti una visione coraggiosa e responsabile, un nuovo modello di turismo per le Alpi svizzere, alternativo al turismo di massa. L’azienda oggi impiega 150 persone.

"Vals punta su una semplice formula magica: 1000 abitanti, 1000 pecore e 1000 posti letto. Questo equilibrio armonico - si legge nel sito web di 7123 -  è il segreto dell’atmosfera rilassata che domina la Valle di Vals. Discrezione a volontà, piacere allo stato puro. "Settantuno trentadue", come dicono gli abitanti di Vals, non è soltanto un codice di avviamento postale. 7132 è un simbolo. Un’espressione di autenticità e qualità ai massimi livelli".

L’hotel sarà uno dei più grandi della Svizzera e sarà il primo progetto svizzero per Thom Mayne il cui studio ha sede a New York e Los Angeles: “la specificità del territorio è il motore del nostro lavoro – ha dichiarato l’architetto americano – ogni disegno è legato a condizioni uniche che riguardano il luogo, il programma e le prestazioni richieste”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: residenziale; salute; spazi pubblici
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy