le più lette...
il progetto |
i protagonisti |
Ad un anno dall’avvio della gara, Euromilano ha scelto lo studio che svilupperà il definitivo del complesso che integra materna, primarie e medie

Scuola per 700 alunni a Cascina Merlata: Onsitestudio firma il progetto

di Paola Pierotti | pubblicato: 20/06/2014
Il progetto per una scuola pubblica a Cascina Merlata è stato realizzato amplificando il più possibile il rapporto con l’esterno attraverso la qualità espressiva e la maggior articolazione dei prospetti
Scuola per 700 alunni a Cascina Merlata: Onsitestudio firma il progetto
Il progetto per una scuola pubblica a Cascina Merlata è stato realizzato amplificando il più possibile il rapporto con l’esterno attraverso la qualità espressiva e la maggior articolazione dei prospetti

Dopo quasi un anno dall’avvio della gara, Cascina Merlata spa ha scelto il progetto per la scuola da realizzare nel quartiere sviluppato da Euromilano nella prima periferia milanese. All’interno di quest’area, situata sulla direttrice nord-ovest del capoluogo lombardo, in prossimità della fiera di Rho Pero e in adiacenza al quartiere di Expo, la società guidata da Alessandro Pasquarelli sta realizzando un nuovo quartiere che sta crescendo rapidamente in vista dell’evento del 2015.

L’insediamento di tante nuove famiglie ha richiesto la realizzazione di un nuovo plesso scolastico comprensivo di scuola per l’infanzia, elementare e media, a servizio sia del nuovo quartiere che degli insediamenti esistenti. Onsitestudio si è aggiudicato la gara per la progettazione del nuovo istituto da 700 bambini. Nell’ambito di un masterplan coordinato dallo studio Citterio-Viel stanno salendo una decina di nuove torri firmate da un pool di studi italiani e non (tra gli altri anche Mario Cucinella, C+S Associati e Cino Zucchi), e Onsitestudio progetterà la scuola in un’area caratterizzata dalla presenza di alcuni manufatti di archeologia industriale.

Il concorso era ad inviti e nella fase finale sono stati in lizza i progetti di Onsitestudio e di C+S Associati, studio veneto noto per la progettazione e costruzione di numerose scuole. L’area in oggetto occupa una superficie di 13.760 mq e oltre alle aule dovevano essere previste due palestre, particolare attenzione era richiesta anche per la progettazione degli spazi aperti. La giuria era presieduta da Ennio Brion, da Vittorio Magnago Lampugnani, dall’assessore all’istruzione di Milano Roberta Pezzulla, da Alessandro Pasquarelli e Eugenio Kannes di Cascina Merlata spa. Premio per il vincitore: la progettazione preliminare e definitiva.

Onsitestudio è uno degli studi emergenti che in pochi anni si è distinto per aver vinto alcune gare importanti: tra le altre quella promossa da Expo per i servizi sulla grande piastra, e quella privata, promossa da Reale Immobili, per la demolizione e ricostruzione di un edificio davanti alla stazione centrale di Milano dove sarà realizzato un nuovo albergo, in piazza Duca D’Aosta.

Il progetto per una scuola pubblica a Cascina Merlata è stato realizzato amplificando il più possibile il rapporto con l’esterno attraverso la qualità espressiva e la maggior articolazione dei prospetti; i corridoi, le aule e le due palestre sono stati resi permeabili.

La scuola si organizza intorno a tre corti principali: il cortile della scuola primaria è uno spazio raccolto disegnato dal profilo ad un solo livello della copertura; il cortile centrale è lo spazio più compresso dell’edificio ed essendo il cuore della vita della scuola è caratterizzato da una colorazione verde acceso. Infine, il cortile aperto a sud-ovest verso il parco è stato pensato come spazio di relazione per gli studenti e si organizza intorno alla ciminiera e al volume della serra (spazio eventi coperto, all’aperto).

“Il volume della mensa – spiegano i progettisti nella relazione di progetto – individua con la sua presenza l’ingresso principale dell’edificio, ed è caratterizzato da una copertura inclinata rivestita in clinker, riprendendo così il tema delle falde inclinate che governa l’insieme volumetrico del complesso scolastico”.

I progettisti hanno dedicato particolare attenzione al layout, agli aspetti pedagogici e funzionali della scuola materna, delle scuole primarie e medie. La soluzione proposta per il concorso va dal piano urbano alla progettazione di dettaglio degli interni compresa la razionalizzazione del sistema deposito-armadietti legati all’uso quotidiano degli spazi didattici da parte degli studenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: spazi pubblici
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy