le più lette...
i protagonisti |
le iniziative |
Progetto realizzato in un mese e mezzo. Risultato: un tour colorato che fa tappa all’Ostiense, a Torpignattara, Rebibbia e San Basilio

Roma Creativa sposa la street art: 38 nuove opere che fanno bella la periferia

di Paola Pierotti | pubblicato: 26/02/2015
"Con i finanziamenti di questi progetti Roma si sta trasformando sempre di più in museo a cielo aperto. In soli due mesi abbiamo circa 40 opere nuove di altissimo livello, ma stiamo mappando tutta la città per dare vita a un nuovo percorso turistico che valorizzi la street art e i nuovi linguaggi della cultura nella capitale"
Giovanna Marinelli
Roma Creativa sposa la street art: 38 nuove opere che fanno bella la periferia
"Con i finanziamenti di questi progetti Roma si sta trasformando sempre di più in museo a cielo aperto. In soli due mesi abbiamo circa 40 opere nuove di altissimo livello, ma stiamo mappando tutta la città per dare vita a un nuovo percorso turistico che valorizzi la street art e i nuovi linguaggi della cultura nella capitale"
Giovanna Marinelli

Trentotto nuove opere d'arte finanziate da “Roma Creativa” e realizzate in un mese e mezzo  nelle periferie della capitale. Questo il risultato finale sulla street art a Roma grazie al bando promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo che nei mesi di gennaio e febbraio ha visto la Capitale ospitare tanti artisti di fama internazionale per quanto riguarda la street art ed ha anche animato la città con oltre quaranta eventi e 200 appuntamenti gratuiti. "Stiamo mappando la città per dar vita ad un nuovo percorso turistico che valorizzi la street art e i nuovi linguaggi della cultura nella capitale. Sarà un nuovo modo per conoscere le periferie, renderle più belle e valorizzarle". Così l'assessore alla Cultura Giovanna Marinelli ha presentato il primo risultato in un tour che ha toccato i quartieri Ostiense, Torpignattara, Rebibbia e San Basilio.

Un viaggio colorato attraverso che ha fatto tappa alla Stazione di Rebibbia dove l'arte è presente all'interno e all'esterno della struttura, per poi arrivare a San Basilio dove il lavoro sulla street art era già iniziato nel 2013 con la collaborazione del quartiere e l'ultimo tassello, firmato dall'artista Hitnes che ha dipinto sei facciate di altrettanti edifici, ha visto la collaborazione dei bambini di una scuola che hanno presentato oltre 100 disegni a cui far ispirare l'artista.

“Con i finanziamenti di questi progetti - ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli - Roma si sta trasformando sempre di più in museo a cielo aperto. In soli due mesi abbiamo circa 40 opere nuove di altissimo livello, ma stiamo mappando tutta la città per dare vita a un nuovo percorso turistico che valorizzi la street art e i nuovi linguaggi della cultura nella capitale. Roma deve dotarsi di una mappa turistica come Londra, New York, Berlino e siamo a lavoro per questo. Sarà un nuovo modo per conoscere le nostre periferie, renderle più belle e valorizzarle ”.

“I cittadini che vivono nelle nostre periferie devono percepire l’attenzione dell’amministrazione capitolina verso i loro quartieri. - ha aggiunto il vicesindaco e Assessore alle Periferie Luigi Nieri - Un’attenzione che si traduce anche in sperimentazione e creazione di luoghi unici, che possano attirare turismo in periferia, perché Roma è una sola grande città. La street art è una forma moderna e dinamica di arte che parla un linguaggio universale e adesso colora di bellissime opere quartieri che dobbiamo riscoprire” .

Ostiense District. Nell’ambito del progetto di comunicazione Ostiense District, che si propone di promuovere la zona compresa tra Piramide e San Paolo, sono previsti interventi installativi site specific di Clemens Behr, Spy e Fra Biancoshock . Si tratta del primo progetto d'arte raccontato anche attraverso una mappa. A cura di Pescerosso srl Comunicazione e Design. Altre info su www.ostiensedistrict.it

Light up Torpigna! un progetto per “accendere” il quartiere di Torpignattara con la realizzazione di interventi di alto valore artistico sui muri del quartiere da parte di 4 dei più importanti urban artists presenti sulla scena internazionale (Sten Lex, Ludo, 2501). A cura dell’ass. culturale Wunderkammern. Info su www.wunderkammern.net/lightuptorpigna

Tor Pigna Lab. Melting Faces § Stories § District è un viaggio artistico e culturale che porterà tre stree artist di fama internazionale - Nicola Alessandrini, Diavù e Lucamaleonte – alla realizzazione di un murale collettivo, simbolo dell’identità meticcia di Tor Pignattara. A cura di Torpignalab ATS - associazioni Musica e altre cose. Info su www.torpignalab.it

Urban Breath Project. Gomez, Ironmould, Solo, Diamond, Pepsy ridisegnano porzioni di città, restituendo loro una sorta di “nuovo respiro”. Il progetto vede coinvolte 4 stazioni della metro nel IV municipio (Rebibbia, Santa Maria del Soccorso, Monti Tiburtini, Ponte Mammolo). A cura di RMP LAB Srl. Info su www.lanificiofactory.it

Sanba 2015 vera e propria performance di arte pubblica affidata al muralista di fama internazionale HITNES, che realizzerà un’opera monumentale site-specific su 6 facciate del quartiere. A cura dell’associazione culturale Walls. Info su www.progettosanba.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: cultura; spazi pubblici
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

Thebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy