le più lette...
Il grattacielo di Renzo Piano è un miraggio accessibile ai super ricchi, sul tema residenziale mancano soluzioni mirate a chi oggi abita i quartieri popolari)

Rigenerazione a Londra: promossa Crossrail, meno la Scheggia di Piano

di Paola Pierotti | pubblicato: 30/04/2014
Per fortuna un grande passo in avanti in questo settore è attualmente in atto nelle infrastrutture della capitale attraverso la grande operazione denominata "Crossrail" che rivoluzionerà positivamente i trasporti Londinesi e che sta a sua volta innescando attività di rinnovamento di vecchie stazioni come quelle di Kings Cross e St Pancras
Gabriele Del Mese
Rigenerazione a Londra: promossa Crossrail, meno la Scheggia di Piano
Per fortuna un grande passo in avanti in questo settore è attualmente in atto nelle infrastrutture della capitale attraverso la grande operazione denominata "Crossrail" che rivoluzionerà positivamente i trasporti Londinesi e che sta a sua volta innescando attività di rinnovamento di vecchie stazioni come quelle di Kings Cross e St Pancras
Gabriele Del Mese

Una visita a Londra al giorno d'oggi fa di nuovo sorgere delle preoccupazioni perché sembra che ci si stia avviando nuovamente in un "loop" urbano ciclico che dopo le unità abitative a torre e dopo le serpentine torna a riproporre torri di notevoli dimensioni per risolvere ancora una volta il problema abitativo delle metropoli attraverso visioni ammodernate della fallita "Città Radiosa" supportate da "renderings" accattivanti che i nostri predecessori non possedevano.

Ed è così che siamo oggi travolti da una propaganda folle che vuole ad ogni costo che si ammiri la così detta "Scheggia" di Londra.

Anche l'approvazione per la costruzione di questa enorme torre è passata principalmente sotto la bandiera della "rigeneration". Ma c'è da chiedersi legittimamente se l'unica cosa che sarà rigenerata da questo esempio non sia soltanto il portamonete degli operatori immobiliari che l'hanno finanziato. L'edificio è ad uso misto, ed ospita zone per il terziario, per ospitalità e per residenze.

Al di la di dubbie valutazioni sulla sua estetica è positivo il fatto che per la sua progettazione sia stato coinvolto un buon team di professionisti, come è positivo il fatto che la bravura dell'impresa abbia consegnato un prodotto di buona qualità.

Resta comunque il fatto che mentre edifici del genere possano trovare buona collocazione nel quartiere della "city" Londinese o nei ‘Dockland’, ci si pone la legittima domanda di quanto questo sproporzionato insediamento in quel contesto possa effettivamente contribuire a rigenerare il quartiere di Southwark che è prevalentemente occupato da molto tempo da una grande quantità di residenze per case popolari.

La nuova Torre ha anche una zona residenziale, ma questa è e rimarrà per sempre un miraggio accessibile solo ai super ricchi, non certo alle migliaia di abitanti "normali" del quartiere. E lo stesso dicasi per gli spazi destinati ad uffici e hotel della torre.

E certamente non è neanche lontanamente concepibile una previsione di "rigeneration" che preveda la demolizione di gran parte delle attuali residenze del Comune di Southwark con i suoi circa 290.000 abitanti, come è stato fatto per le "Crescent" di Hulme a Manchester solo 20 anni fa, per far posto a decine di altre torri destinate prevalentemente ai ricchi.

Il quartiere di Southwark ha certamente bisogno di "rigeneration" come del resto altre aree della Capitale, ma la sostanza della domanda è se questo sia il modo più appropriato per rigenerare un quartiere popolare senza stravolgerlo e senza annientare la comunità che in quel quartiere ha le proprie radici.

Ovviamente la rigenerazione delle aree urbane non si ferma solo al settore residenziale o alla tipologia del "ricorso storico" Vichiano degli insediamenti a torre o a serpentina.

Per fortuna un grande passo in avanti in questo settore è attualmente in atto nelle infrastrutture della capitale attraverso la grande operazione denominata "Crossrail" che rivoluzionerà positivamente i trasporti Londinesi e che sta a sua volta innescando attività di rinnovamento di vecchie stazioni come quelle di Kings Cross e St Pancras.

Questo è certamente un esempio notevole di rinnovamento urbano con ampie ricadute benefiche su tutta la comunità. Ed in aggiunta è anche un intervento ispirato che ben coniuga il rapporto con il costruito storico esistente aprendo allo stesso tempo opportunità ad altre iniziative future.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag:
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Paola Pierotti - privacy