le più lette...
le competizioni |
L’iniziativa vuole stimolare la partecipazione al processo di sviluppo urbanistico della città

Milano lancia una call per architetti e professionisti

di Francesco Fantera | pubblicato: 08/11/2018
«Per immaginare la Milano di domani vogliamo raccogliere proposte che interpretino obiettivi e regole del PGT e che ci aiutino a indirizzare meglio lo sviluppo di alcune aree strategiche della città»
Pierfrancesco Maran
Milano lancia una call per architetti e professionisti
«Per immaginare la Milano di domani vogliamo raccogliere proposte che interpretino obiettivi e regole del PGT e che ci aiutino a indirizzare meglio lo sviluppo di alcune aree strategiche della città»
Pierfrancesco Maran

Coinvolgere abitanti e professionisti nella riconfigurazione dell’ambiente urbano per dar vita ad una visione condivisa di quella che sarà la Milano del 2030. Così si spiega la call di idee indetta dal Comune meneghino per voce dell’Assessore all’urbanistica, verde e agricoltura, Pierfrancesco Maran. L’invito è quello di proporre progetti di riqualificazione degli spazi pubblici a partire dalle piazze, dai nodi di interscambio, dagli edifici dismessi e da tutte quelle aree che il Piano di Governo del Territorio (PGT) vuole rivitalizzare.

«Allo stesso modo di quanto fatto nel processo che ci ha portato alla definizione dell’Accordo di Programma degli Scali Ferroviari – ha dichiarato Pierfrancesco Maran – per immaginare la Milano di domani vogliamo raccogliere proposte che interpretino gli obiettivi e le regole del PGT e che ci aiutino a indirizzare meglio lo sviluppo di alcune aree strategiche della città. Un esempio? Loreto e le tante possibili configurazioni che potrebbero rendere la piazza più bella e fruibile. Altro caso quello di Rogoredo e di come potrebbe cambiare con interventi di rigenerazione che valorizzino il potenziale dell’area, garantito dal grande livello accessibilità».

La call di idee è aperta a tutti i professionisti legati al mondo delle costruzioni che vogliano dare in forma volontaria il proprio contributo e verrà pubblicata a breve sul sito di Palazzo Marino. Ad oggi però, è consultabile tutta la documentazione relativa alla proposta di PGT approvata dalla Giunta lo scorso 12 ottobre. Per l’approvazione finale sarà necessario il via libera del Consiglio comunale che potrebbe arrivare nelle prossime settimane.

L’iniziativa rientra in uno dei focus dell’Amministrazione meneghina, ovvero quello di stimolare la partecipazione della cittadinanza al processo di sviluppo urbanistico di Milano. Un elemento imprescindibile per accrescere il consenso intorno a scelte che andranno ad influenzare il futuro del capoluogo lombardo, anche sotto il profilo sociale. In questo caso, le proposte dovranno rispettare gli obiettivi di sviluppo sostenibile contenuti nel PGT. Già per la redazione del Piano, era stato avviato un percorso di ascolto della città avviato con dei veri e propri laboratori di confronto. «Questa prima fase di contributi è stata preziosa – ha sottolineato Pierfancesco Maran – e ci ha consentito di iniziare la discussione con il Consiglio comunale sulla Milano del 2030. Il PGT renderà la città più attrattiva, vivibile, inclusiva e sostenibile con incentivi per chi andrà ad investire nelle periferie. Inoltre abbiamo previsto misure importanti per la lotta agli edifici abbandonati e interventi di rigenerazione urbana per aumentare il verde».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: città; spazi pubblici
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Paola Pierotti - privacy