le più lette...
Operazione di rigenerazione urbana, a impatto sociale positivo, promossa dalla Fondazione Pesenti

Masterplan De8 per l’ex Gres di Bergamo. Dall’industria al mixed use con attenzione ai giovani

di Paola Pierotti | pubblicato: 28/04/2019
La letteratura conferma che spesso luoghi a forte contenuto sociale, vitali e creativi, sono frutto di riconversioni industriali. Ma sono sempre riconversioni evolutive, non sostitutive.
Masterplan De8 per l’ex Gres di Bergamo. Dall’industria al mixed use con attenzione ai giovani
La letteratura conferma che spesso luoghi a forte contenuto sociale, vitali e creativi, sono frutto di riconversioni industriali. Ma sono sempre riconversioni evolutive, non sostitutive.

Mix funzionale per la rigenerazione dell’ex area industriale del Gres in via San Berbardino a Bergamo. Al tavolo la committenza, Carlo Pesenti presidente della Fondazione Pesenti, lo studio di architettura De8 guidato da Mauro Piantelli, il sindaco Giorgio Gori e l’assessore alla riqualificazione urbana della città Francesco Valesini. “La Fondazione dialogherà con le istituzioni bergamasche, in prima fila certamente il Comune e l’Università di Bergamo, per poter definire un masterplan – racconta Carlo Pesanti - che sia attrattivo per gli operatori del settore: penso alle società specializzate nella gestione di student housing, oppure a centri di riabilitazione fisica o anche a attività sportive che ben si integreranno con l’esistente Ice.lab. Non mancheranno nel progetto aree dedicate a particolari attività commerciali integrate ad artigianato di alta tecnologia. Mi piacerebbe che fosse inserito nel progetto anche una zona per poter sviluppare incubatori imprenditoriali per i giovani”.

Attenzione alla qualità del progetto architettonico, senza lasciare in secondo piano il business plan, in modo tale da poter avere a bordo investitori proattivi, e decollare con la giusta modalità perchè l'operazione sia effettivamente sostenibile. Da tempo tra l’altro la Fondazione Pesenti è attiva, fra le altre iniziative, anche in progetti di Impact Investing con il fondo Oltre, in cui sono state investite risorse fin dal 2016 per progetti socialmente utili. L’Impact Investing ha l’obiettivo di realizzare investimenti che coniughino sostenibilità economica e impatto sociale positivo, sviluppando modelli che promuovano il benessere dell’intera comunità con una distribuzione del valore equilibrata fra tutti gli stakeholder.

Il nuovo piano urbanistico per la riconversione di quest’area industriale guarda con attenzione ai giovani che vivono o gravitano attorno a Bergamo. “Nel cercare di dare vita a questa impostazione – spiega l’architetto Mauro Piantelli, che con lo studio De8 ha tracciato le linee progettuali – ci siamo focalizzati sul recupero e valorizzazione di un’area che sia di raccordo fra il passato e il futuro, con una ulteriore valorizzazione della zona verde. I recenti dati statistici ci offrono un ritratto di città che nonostante la presenza sempre più strutturata dell’Università, sta di fatto perdendo popolazione giovane”. La letteratura conferma che spesso luoghi a forte contenuto sociale, vitali e creativi, sono frutto di riconversioni industriali. Ma sono sempre riconversioni evolutive, non sostitutive. “Il senso dello spazio di questi edifici dismessi, le relazioni tra spazi aperti e altri coperti, l’integrazione delle attività, l’ibridazione tra spazio pubblico ed ambito privato – dice Piantelli - sono le basi su cui questo progetto si è sviluppato”.

Dei 61.000 mq di area, 20.000 mq saranno destinati a spazio pubblico collettivo, 15.000 mq a verde. Saranno demoliti alcuni corpi di fabbrica e recuperati quelli che maggiormente si addicono ad essere utilizzati quali Rehab (centro di riabilitazione), Student & Visitor housing (alloggi per studenti e docenti), GRES factory (start up e artigianato tecnologico), Food Market (mercato coperto), Sport Experience (negozi e attività sportive indoor) che potranno integrarsi con l’esistente Ice.lab.

“Sul piano urbanistico e architettonico, la parola riuso viene sempre più utilizzata per indicare interventi anche di sostituzione integrale dell’esistente. Questo progetto no. Fa effettivamente del riuso degli edifici esistenti dell’ex Gres, la sua ragion d’essere – commenta il sindaco Gori riepilogando impegni e cose fatte a fine mandato - ridando vita ai vecchi reparti industriali con nuovi servizi per la collettività. Questo è un altro approccio che abbiamo voluto favorire in questi anni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: masterplanning
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy