le più lette...
Nel primo giorno di apertura del Giubileo della Misericordia tre ore di evento a San Pietro: facciata illuminata da fotografi e cineasti

Fiat lux: un appello per l’Ambiente (tralasciando quello costruito)

di Paola Pierotti | pubblicato: 10/12/2015
Fiat lux: un appello per l’Ambiente (tralasciando quello costruito)

“Fiat lux” è il titolo dell’evento realizzato dalla Connect4Climate e del World Bank Group che ha concluso la prima giornata del Giubileo della Misericordia, l’8 dicembre 2015. Per 3 ore, con un progetto di un’ora ripetuto tre volte dalle 19 alle 22 sono state proiettate sulla facciata della basilica di San Pietro i lavori di alcuni dei più importanti fotografi e cineasti, da Sebastiano Salgado a Joel Sartore, autore di numerosi fotoreportage per il National Geographic, da David Doubilet a Greg Hugling.

Le immagini erano ispirate ai temi contenuti nell’Enciclica Laudato sì di Papa Francesco, con rimandi espliciti al cambiamento climatico e agli argomenti trattati negli stessi giorni a Parigi da COP21 con particolare attenzione alle creature presenti sulla terra, comprese alcune estinte o in via di estinzione intervallate da proiezioni di fotografie dal mondo dedicate alla dignità umana.

Poca attenzione all’ambiente costruito: hanno fatto eccezione alcune immagini-spot di un groviglio di autostrade o di un ammasso di automobili da rottamare, o ancora è comparsa una foto con degli aereoplani o ancora una Manhattan scattata dall’alto, sopra i grattacieli.

Lo spettacolo di illuminazione scenografica è stato frutto di una partnership benefica tra la Vulcan Inc, la Li Ka Shing Foundation e da Okeanos, in collaborazione con the Ocean Preservation Society e Obscura Digital.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: cultura
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy