le più lette...
le competizioni |
Concorso in unico grado per una soluzione industrializzata. Studio di fattibilità per un’area di 3.400 mq

Expo2020, premio da 190mila euro per il miglior progetto del Padiglione Italia

di Francesco Fantera | pubblicato: 29/10/2018
"Obiettivo del bando, ottenere un documento con un livello di approfondimento pari a un progetto di fattibilità tecnica ed economica, contenente anche il concept design del volume"
Expo2020, premio da 190mila euro per il miglior progetto del Padiglione Italia
"Obiettivo del bando, ottenere un documento con un livello di approfondimento pari a un progetto di fattibilità tecnica ed economica, contenente anche il concept design del volume"

È online il bando per il concorso di progettazione in unico grado del Padiglione Italia alla prossima Esposizione Universale, che si terrà a Dubai dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021. L’avviso è promosso da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, Spa partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia. Obiettivo: ottenere un documento con un livello di approfondimento pari a un progetto di fattibilità tecnica ed economica, contenente anche il concept design del volume. Valore del bando: 2,7 milioni di euro. Il vincitore del concorso riceverà un premio di 190mila euro, mentre 60mila e 40mila andranno rispettivamente al secondo e terzo classificato.

Con circa 25 milioni di visitatori attesi, 70% dei quali stranieri, l’Expo 2020 si preannuncia un evento che farà molto parlare di sé. Investimenti miliardari e progetti faraonici, elementi contraddistintivi della realtà emiratina, serviranno ad accendere un faro sull’innovazione, tema scelto per questa edizione e declinato con il motto “Connettere le menti, costruire il futuro”. Ulteriore motivo di attenzione, il fatto che il 2020 coinciderà con il 50esimo anniversario della fondazione degli Emirati Arabi Uniti. L’area predisposta per la manifestazione, situata fra Dubai e Abu Dhabi, occuperà 438 ettari nel nuovo quartiere fieristico chiamato Dubai Trade Center – Jeber Ali. Il masterplan del sito di Expo 2020, prevede una grande piazza centrale, Al Wasl Plaza, sulla quale si affacceranno tre aree dalla forma di grandi petali. Ognuna sarà dedicata ad un tema specifico: opportunità (interconnessioni fra persone e imprese come fattore di sviluppo), sostenibilità (tecnologie e sistemi per i nuovi modelli di produzione e consumo delle risorse) e mobilità (reti e infrastrutture fisiche e virtuali).

Il Padiglione Italia si affaccerà sul Parco Nord, ovvero la zona compresa fra la zona “opportunità” e quella “sostenibilità”. Il lotto, un totale 3.400 mq, si troverà in una posizione strategica per quanto riguarda i flussi previsti grazie alla breve distanza dallo spazio espositivo degli Emirati Arabi, circa 250 metri. Il progetto, si legge nel bando, dovrà ispirarsi ai valori di “bellezza, intesa come fattore di connessione e sintesi del sapere e del creare; innovazione, in quanto grande spazio esperienziale ed espressione delle più avanzate forme di tecnologia; accessibilità, per essere un luogo di condivisione volto all’inclusività e alla partecipatività; sostenibilità, un vero e proprio prototipo all’avanguardia in termini di progettazione integrata nel contesto climatico e culturale locale”. Visti i tempi ridotti, l’avviso suggerisce la scelta di soluzioni che facciano ampio ricorso alla prefabbricazione. Importante, ai fini della valutazione finale, anche la possibilità di smontare, trasportare e rimontare altrove il Padiglione Italia. Vista la presenza di diversi sponsor, che verranno individuati attraverso un’apposita call, il volume dovrà tenere conto dei vari contributi tecnici ed economici dei finanziatori. Il vincitore potrà essere incaricato della progettazione.

Per presentare la propria candidatura, c’è tempo fino alle ore 14 del 17 dicembre 2018.

Per tutte le informazioni sul bando e per scaricare la documentazione necessaria, vai sulla pagina dedicata del sito di Invitalia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: città; masterplanning; spazi pubblici; tecnologia
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Paola Pierotti - privacy