le più lette...
le iniziative |
L’artista trentenne in collaborazione con DesingLab Experience ha realizzato l’allestimento per un evento privato della famiglia reale

Edoardo Tresoldi sbarca ad Abu Dhabi con la sua prima opera indoor

di Milena Rettondini | pubblicato: 19/05/2017
"Abbiamo immaginato un giardino in cui architettura e natura danzano in continue relazioni e contrasti"
Edoardo Tresoldi
Edoardo Tresoldi sbarca ad Abu Dhabi con la sua prima opera indoor
"Abbiamo immaginato un giardino in cui architettura e natura danzano in continue relazioni e contrasti"
Edoardo Tresoldi

Edoardo Tresoldi, a un anno dall’inaugurazione della Basilica di Siponto in Puglia, vola negli Emirati e realizza il suo primo lavoro indoor. Il committente? La famiglia reale di Abu Dhabi, che ha richiesto la realizzazione di un’opera da inserire in un giardino coperto, allestito all’interno di un salone di un hotel, per un evento al quale hanno partecipato quasi duemila invitati provenienti da tutto il Medio Oriente.

In tre mesi l’artista trentenne, inserito da Forbes nella lista tra gli under30 più influenti al mondo, ha costruito in un’area di settemila metri quadri un’altra opera in filo metallico, con la collaborazione di Montasse Elbaba e Marwan Maalouf, rispettivamente managing partner e architetto di DesignLab Experience (azienda di Dubai che si occupa di organizzare eventi). 

“Abbiamo immaginato un giardino in cui architettura e natura danzano in continue relazioni e contrasti, fondati, secondo l’accezione rinascimentale sulla capacità dell’uomo contemporaneo di leggerne le peculiarità” spiega Tresoldi.

Elementi geometrici, come le sfere e i cubi che pendono dal soffitto, si inseriscono tra gli archi, i porticati e le colonne installati a terra. “Uno spazio sinfonico in cui gli archetipi architettonici tradizionali dialogano con i segni del linguaggio modernista - continua l'artista italiano - utilizzando gli strumenti della trasparenza e le sue ritmiche spezzate”. 

Terminato l'evento, alcune delle opere verranno reinstallate nei prossimi mesi in università, musei, parchi e altri luoghi istituzionali negli Emirati Arabi. Un lavoro che segna un passo in avanti nella ricerca personale dell’artista, che a luglio tornerà in Italia con un’opera che accompagnerà una performance musicale al festival Derive di Sapri, in provincia di Salerno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: arte; cultura; italiani all’estero
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - privacy