le più lette...
Loft, ville e case cantoniere saranno messe all’asta attraverso tre bandi dell’Agenzia del Demanio a partire dal 15 ottobre

Online i bandi di gara per la dismissione di 93 immobili dello Stato

di Elena Pasquini | pubblicato: 19/07/2019
L’aggiudicazione avverrà attraverso aste con incanto in modalità telematica sulla piattaforma del Consiglio Nazionale del Notariato
Online i bandi di gara per la dismissione di 93 immobili dello Stato
L’aggiudicazione avverrà attraverso aste con incanto in modalità telematica sulla piattaforma del Consiglio Nazionale del Notariato

Per investimenti immobiliari cliccare su “Agenzia del Demanio”. Sono online i tre bandi di gara per la vendita dei primi 93 immobili pubblici individuati dal Mef per la dismissione come previsto dall’ultima legge di Bilancio.
Ex caserme, terreni edificabili, case cantoniere, appartamenti lungo tutta la penisola con una maggiore concentrazione in Lombardia (17 beni individuati), Piemonte e Friuli Venezia Giulia (12 ciascuno).
È l’occasione per ripensare la vecchia stazione di Fermo nelle Marche o dare nuova vita a una villa su Via Aurelia a Camogli in Liguria o al Faro di Capo Trionto in Calabria. Ma anche per immaginare come trasformare l’ex convento San Salvador, l’immobile con la base d’asta maggiore nel segmento: risale al 1200 e fu costruito per volere di Federico Barbarossa. Tre piani e due chiostri interni a pochi passi dal ponte di Rialto a Venezia, saloni affrescati in ottimo stato manutentivo, all’incanto con base d’asta 28,138 milioni di euro. Per i più creativi, c’è anche un campo da golf in Veneto e uno di tiro a volo nel bergamasco oppure uno stabilimento di esplosivi (ex) a Narni, Umbria.

Le informazioni sugli immobili e sulla partecipazione alle aste sono disponibili, oltre che sul sito del Demanio anche su una pagina Facebook dedicata all’iniziativa: @pianoventiteimmobilidelloStato. Gli interessati potranno inoltre organizzare sopralluoghi e contattare i referenti per il singolo bene utilizzando i contatti inseriti in ogni “scheda immobile”.

Il portafoglio è variegato ed eterogeneo. La selezione ha previsto la segmentazione degli asset, già dotati di destinazione d’uso, che sono inseriti in tre bandi a seconda della complessità dell’offerta. Il primo ha scadenza il 15 ottobre e riguarda 50 beni mentre altri 37, più impegnativi dal punto di vista progettuale, sono nel bando con termine il 15 novembre per garantire lo spazio temporale utile a due diligence e progetti di sviluppo immobiliare.
Il terzo bando, anch’esso con scadenza al 15 novembre, riguarda 6 beni per i quali è possibile presentare sia un’offerta unitaria per più lotti, sia offerte per singoli lotti. Le sedute di asta, con incanto, si svolgeranno con modalità telematica attraverso la Rete Aste Notarili (RAN) del Consiglio Nazionale del Notariato, e sono fissate nei giorni immediatamente successivi alla scadenza del bando.

La collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato permetterà di ricevere offerte da tutti coloro che si collegheranno alla piattaforma web, ovunque siano situati fisicamente, e di mantenere la garanzia e la sicurezza notarile.
Il disciplinare d’asta è arricchito anche dalle opportunità di finanziamento attivabili dagli aggiudicatari grazie i collegamenti con finanziatori nazionali come Invitalia e Istituto per il Credito Sportivo messi a disposizione dall’Agenzia del Demanio.

Informazioni tecniche e illustrative sui beni in vendita sono disponibili anche nella vetrina immobiliare di Investinitaly Real Estate, realizzata dall’ICE e dedicata agli operatori esteri.

Gli altri immobili - Il piano di dismissioni conta 420 immobili inseriti nell’elenco allegato al Dm Economia e Finanze dello scorso 28 giugno (sulla Gazzetta Ufficiale del 16 luglio 2019 n. 165) e ha l’obiettivo di realizzare 1,2 miliardi in tre anni da utilizzare per abbattere il debito di Stato e migliorare l’esposizione degli enti locali. Di questi, 950 milioni già entro dicembre 2019.
In agenda anche le dismissioni della Difesa e dai fondi di Invitalia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag:
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy