le più lette...
Sostenibilità, brand e comfort di uno spazio che vede sfumare lavoro e tempo libero. Tra i clienti: Nestlè, Alcatel Lucent, CocaCola e EY

Un nuovo paradigma per gli spazi ufficio: il metodo Degw Italia

di Paola Pierotti | pubblicato: 21/12/2014
"E' diverso approcciare il progetto di una banca o di una società farmaceutica. Il nostro obiettivo è quello di realizzare progetti funzionali all'organizzazione aziendale, valorizzando le tecnologie che sempre più supportano la flessibilità nel lavoro, e facendo in modo che gli uffici siano anche luogo di incontro dove le persone si scambiano informazioni e dove la comunità si deve riconoscere"
Alessandro Adamo
Un nuovo paradigma per gli spazi ufficio: il metodo Degw Italia
"E' diverso approcciare il progetto di una banca o di una società farmaceutica. Il nostro obiettivo è quello di realizzare progetti funzionali all'organizzazione aziendale, valorizzando le tecnologie che sempre più supportano la flessibilità nel lavoro, e facendo in modo che gli uffici siano anche luogo di incontro dove le persone si scambiano informazioni e dove la comunità si deve riconoscere"
Alessandro Adamo

Degw è il brand di Lombardini22 dedicato alla progettazione integrata di ambienti per il lavoro. La storia di Degw inizia nel 1973 in Inghilterra e arriva in Italia nel 1985 come parte di una realtà multinazionale leader nel campo della ricerca sui modi di lavorare e sull'interazione tra spazio fisico e performance aziendale. Grazie ad un approccio basato sulla ricerca e sull'osservazione dei comportamenti organizzativi e di come questi vengono influenzati dall'ambiente fisico, Degw da oltre trent'anni collabora con le aziende per migliorare la propria performance adeguando lo spazio di lavoro alle strategie aziendali.

Dal 2008 Dewg Italia è entrata all'interno del gruppo Lombardini22 e grazie al supporto dell'azienda italiana che opera anche a livello internazionale sui temi dell'architettura e dell'ingegneria con particolare attenzione alle tematiche legate alla sostenibilità, alla progettazione impiantistica, al processo di certificazione Leed, oggi Degw si propone sul mercato per "offrire un servizio completo e interdisciplinare". Un obiettivo che si racconta anche con i numeri: Lombardini 22 è tra i primi 4 studi italiani di progettazione architettonica e nel 2012 il fatturato consolidato delle due società ha toccato quota 6 milioni di euro e nel 2013 l'ha superato.

Alessandro Adamo, direttore di Degw Italia, è nell'azienda da 26 anni e ha seguito dall'interno l'evoluzione della progettazione e della pianificazione degli spazi per il lavoro. Negli anni l'attività professionale si è consolidata, è stato definito un metodo di lavoro che sta funzionando e la teoria si è tradotta in cantieri. Tra i principali progetti del 2014, oltre alla nuova Alcatel Lucent c'è la sede Nestlè a Milano (22mila mq) dove il progetto dell'involucro è stato realizzato da Park Associati, la sede Accenture a Roma (6mila mq) e la Barclays di Milano (6mila mq). Nel 2013 a Milano la sede Aviva (6mila mq), nel 2012 sempre a Milano la Deutsche Bank (5mila mq); la Heineken (4.500 mq) e la Pfizer (4.500 mq); nel 2011 Degw ha realizzato il progetto per la sede Nokia Siemens Newtwork per 15mila mq di superficie e nel 2010 l'headquarter Vodafone sempre a Milano per 27mila mq di superficie complessiva.

"Degw è una società e non uno studio di architettura - racconta Adamo - sono architetto con papà ingegnere, non mi sono tanto appassionato dei dettagli e delle finiture ma da quando avevo vent'anni e ancora stavo all'Università mi sono dedicato alla consulenza in questa precisa area di mercato, analizzando le organizzazioni aziendali e proponendo ai clienti di innovare i propri spazi in relazione alle esigenze di un modo di lavorare in continua evoluzione. E' diverso approcciare il progetto di una banca o di una società farmaceutica - precisa il direttore di Degw Italia -. Il nostro obiettivo è quello di realizzare progetti funzionali all'organizzazione aziendale, valorizzando le tecnologie che sempre più supportano la flessibilità nel lavoro, e facendo in modo che gli uffici siano anche luogo di incontro dove le persone si scambiano informazioni e dove la comunità si deve riconoscere". Ecco allora che per realizzare spazi di ufficio ottimali per Degw Italia l'importanza del brand e l'interazione sono fattori altrettanto determinanti.

Lombardini22 è un gruppo che oggi conta un centinaio di professionisti. Al suo interno ci sono cinque unit, una di queste è Degw Italia che è anche una società e che si occupa specificatamente della progettazione di spazi uffici, L22 copre il mondo dell'ingegneria e della certificazione Leed, una terza unit segue la progettazione di hotel e centri commerciali, una quarta è dedicata specificatamente all'architettura degli edifici e la quinta segue le pratiche amministrative.

"I modi di lavorare sono cambiati, nuovi lavori sono emersi ma l'ufficio rimane sempre uguale a se stesso: pavimenti sopraelevati, controsoffitti, scrivanie, cassettiere, sedute, armadi e archivi. Ma in un mondo che cambia - racconta Franco Guidi, Ad e partner di Lombardini22 e Ad Degw Italia - e che è cambiato in modo repentino e irreversibile dalla fine del 2008 l'ufficio fisico deve dimostrare di essere necessario e di valere l'investimento sostenuto per crearlo e valere e i costi che genera nel tempo".

La tecnologia migliora e mette a disposizione strumenti di produttività individuale e di gruppo sempre più sofisticati e a prezzi accessibili; i confini tra tempo di lavoro e tempo libero sfumano; la sostenibilità ambientale è un tema non rinviabile; in tempo di crisi sintetizzano da Degw Italia "sempre più Cost is King e le persone sono attente alla sostanza Back to Basics". Ecco allora che gli uffici del presente e del futuro assomiglieranno sempre di più ad un mix tra un albergo e un aeroporto. "I luoghi aziendali torneranno ad essere più vicini allo specifico dell'artigiano, dell'officina - aggiunge l'Ad Guidi - piuttosto che la raccolta di scrivania che potrebbero essere la sede di qualsiasi azienda". Ancora, "se una volta potevamo definire l'ufficio come il luogo in cui vorremo andare il lunedì mattina oggi potremmo definirlo come il luogo dove troviamo le persone che ci interessano, per portare avanti i nostri e i loro progetti. Per fare le cose per cui ci sentiamo utili e di cui siamo orgogliosi".

La progettazione degli spazi uffici è  il core business di Degw Italia che ha appena inaugurato l'headquartes di Nestlè e oggi sta lavorando anche con Ernst and Young e CocaCola per la riqualificazione delle sedi aziendali. Nonostante la pesante recessione del settore immobiliare e delle costruzioni, Dewg su questo tema lavora, anche in Italia, e rafforza il suo curriculum contando sul curriculum delle altre filali Dewg che sono state acquisite dal colosso Aecom (sul tema si legga anche che il gruppo 3TI ha acquisito il ramo italiano di URS Corporation recentemente annessa in Aecom). All'estero Degw Italia sta lavorando in Arabia Saudita, in Oman e a Beirut. "Stiamo progettando nuovi edifici, riqualificando strutture esistenti - conclude Adamo - stiamo investendo con attenzione all'uso degli spazi, con incarichi di progettazione e di consulenza per quelle strutture che vogliono ri-impostare il loro futuro a partire dall'osservazione di come cambia il modo di lavorare, dell'utilizzo degli spazi privati e di quelli condivisi, estrapoliamo i dati e proponiamo soluzioni nuove, più efficaci per il comfort della postazione e per il business dell'azienda". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: uffici
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Paola Pierotti - privacy