le più lette...
Le altre città della rete: Anversa, Genova, Le Havre, Montreal, Dublino, Transnet (Sud Africa), Ashdhod (Israele) e Guadeloupe

Comunicazione tra città porto e cittadini, anche Livorno apre un Port Center

di Marta Moretti | pubblicato: 16/11/2015
Comunicazione tra città porto e cittadini, anche Livorno apre un Port Center

Apre il Port Center, presso la Fortezza Vecchia, all’interno dell’area portuale di Livorno. Arriva quindi a compimento, il 3 novembre, il percorso avviato nel 2014, quando l’Autorità Portuale di Livorno ha firmato la Carta delle missioni di un Port Center, presentata dall’Associazione Internazionale “Villes et ports-AIVP”, rete mondiale di città portuali con base a Le Havre.

Ad oggi sono otto le città portuali che hanno firmato la carta delle missioni per uno sviluppo più produttivo e sostenibile fra città-porto-cittadini, oltre a Livorno, Anversa, Genova, Le Havre, Montreal, Dublino, Transnet (Sud Africa), Ashdhod (Israele), Guadeloupe. Un network che si impegna a migliorare la comprensione e la comunicazione tra porto e città attraverso nove azioni: spiegare il porto; promuovere i mestieri e le professioni portuali; proiettare l’immagine del porto; vivere il porto dall’interno; apprendere con il concetto di “edutainement”; coinvolgere la comunità portuale; sviluppare il Port Center in sinergia con i soggetti coinvolti nella cultura e nel patrimonio territoriale; sviluppare l’idea di un forum della cultura portuale; favorire lo scambio di esperienze.

In base a tale documento, il Port Center è stato identificato come lo strumento più idoneo per costruire un dialogo produttivo e sostenibile fra città-porto-cittadini, essenziale per rendere i porti moderni competitivi ed attrattivi. Il Port Center permette infatti di creare una nuova finestra sul porto e di rinnovare i legami, spesso fragili, con gli abitanti della città portuale, i quali potrebbero considerare lo spazio industriale e portuale con insofferenza. Esso diventa il luogo rappresentativo di una dinamica locale basata su una conoscenza marittima e portuale spesso sconosciuta al grande pubblico, permettendo di suscitare delle vocazioni nei più giovani e di creare delle opportunità d’incontro tra il mondo delle imprese e quello dell’istruzione. Ciascun Port Center viene definito e costruito in modo personalizzato, in accordo con la storia e la situazione socio-economica di ogni singola città-porto.

In occasione dell'evento di apertura del Port Center, l'Autorità Portuale di Livorno, Assoporti, l'Associazione dei Porti Italiani e AIVP promuovono un Executive Think Tank Workshop, dal titolo: “Dal porto-città alla strategia del Port Center”. Alla presenza di Eamonn O'Reilly, CEO del Porto di Dublino, di Henk de Bruijn, Direttore degli affari sociali del Porto di Rotterdam e di rappresentanti delle città portuali italiane, esso mira ad introdurre le opportunità che emergono dalla costruzione di un dialogo e una visione condivisa fra città-porto-cittadini. A seguire, una tavola rotonda in presenza di Giuliano Gallanti, Commissario dell’Autorità Portuale di Livorno e di Filippo Nogarin, sindaco di Livorno, alla quale parteciperanno anche Umberto Masucci, Presidente dell’International Propellers Club, Philippe Matthis, Presidente dell’AIVP e Philippe Demoulin che dirige il Havencentrum di Anversa, uno dei primi Port Center al mondo, creato nel 1987.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag:
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Paola Pierotti - privacy