le più lette...
le competizioni |
L’Unione Terre di Pianura indice la gara per offrire una risposta al comune di Castenaso

Nuova scuola per 9 milioni di euro, nel bolognese il progetto si cerca con un concorso

di Redazione PPANthebrief | pubblicato: 12/02/2018
L’intervento costituisce il primo step di un più ampio progetto che mira a realizzare un nuovo polo in cui verranno inseriti i primi quattro livelli di istruzione
Nuova scuola per 9 milioni di euro, nel bolognese il progetto si cerca con un concorso
L’intervento costituisce il primo step di un più ampio progetto che mira a realizzare un nuovo polo in cui verranno inseriti i primi quattro livelli di istruzione

Sempre alta l’attenzione sul tema dell'edilizia scolastica di qualità. Dopo il bando dei giorni scorsi per la scuola del Comune di Ozzano, in Emilia-Romagna si apre una seconda gara. L’ente di associazione intercomunale Unione Terre di Pianura ha infatti bandito un concorso di progettazione articolato in due fasi per la realizzazione della nuova scuola secondaria di primo grado G. Gozzadini a Castenaso in provincia di Bologna, che conta circa 15mila abitanti. 

Si cercano progetti per una struttura che dovrà avere una superficie utile lorda intorno ai 7mila metri quadri, destinata ad accogliere 21 aule, una mensa, una palestra, un’aula magna e un’area per la direzione didattica.  

Il volume dovrà rispettare i criteri minimi ambientali e rientrare in un costo netto di costruzione stimato intorno ai 9 milioni di euro, importo da ritenere come limite massimo e da non superare nell’elaborazione del progetto. Come previsto dalle linee guida Miur per l'edilizia scolastica inoltre, dovranno essere realizzati degli spazi ad uso collettivo, aperti e fruibili anche dalla cittadinanza. 

L’intervento costituisce il primo step di un più ampio progetto che mira a realizzare un nuovo polo in cui verranno inseriti i primi quattro livelli di istruzione, dall’asilo nido fino alla scuola secondaria di primo grado. Quest’ultima sorgerà al posto di un precedente edificio, “realizzato con una struttura che ne rende antieconomico l’eventuale adeguamento sismico in favore della sua sostituzione” fanno sapere dal Comune. Nel piano operativo comunale è prevista inoltre nella stessa area la realizzazione di un impianto natatorio privato aperto al pubblico e convenzionato con l’amministrazione comunale.  

Nella prima fase i concorrenti dovranno presentare un concept coerente con le linee guida fornite dal bando. Nella seconda fase saranno coinvolti i team che hanno presentato le cinque idee migliori, per i quali è previsto un rimborso di 20mila euro, che la giuria assegnerà con un'eventuale quantificazione differenziata. Al vincitore del concorso sarà affidato l’incarico di redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica. 

Il 9 aprile 2018 è il termine ultimo per presentare le proposte. 

Consulta il bando 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: spazi pubblici
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Paola Pierotti - privacy