le più lette...
il progetto |
Architettura dello studio Progetto Reb. Intervento da 6 milioni di euro

Ad Amelia, headquarter Talenti al posto dell’ex pastificio Federici

di Chiara Brivio | pubblicato: 30/03/2021
«Abbiamo deciso di trasformare la torre silos in un totem identitario con un giardino verticale all’avanguardia»
Filippo Cagnotto
Ad Amelia, headquarter Talenti al posto dell’ex pastificio Federici
«Abbiamo deciso di trasformare la torre silos in un totem identitario con un giardino verticale all’avanguardia»
Filippo Cagnotto

Il 2020 è stato l’annus horribilis per tutta la filiera dell’arredamento, con gli appuntamenti fieristici cancellati dal Covid e l’insicurezza dovuta alla crisi sanitaria. Anche l’outdoor ha sofferto, ma c’è chi è riuscito comunque a fare la differenza. È questo il caso di Talenti Outdoor Living, azienda del ternano fondata nel 2004 e di proprietà della famiglia Cameli, che ha registrato un +26% rispetto al 2019, chiudendo con un fatturato complessivo di 20 milioni di euro. Di questo, un +38% viene dall’estero, soprattutto in Francia e Spagna, e un +17% in Italia (che rappresenta il 40% del mercato totale per l’azienda). Una cifra notevole per una realtà giovane come Talenti, che ha negli anni collaborato con importanti nomi del design come Marco Acerbis, Jean-Philippe Nuel, Karim Rashid e Palomba Serafini Associati.

La chiave del successo in questo tempo di pandemia? «Avere un magazzino in pronta consegna. All’inizio del 2020 i nostri clienti hanno avuto tempo per scegliere che cosa volevano e che cosa proporre ai loro stessi clienti – spiega Edoardo Cameli, direttore commerciale di Talenti – Noi siamo riusciti a consegnare prima dell’estate, tra maggio e luglio, ma per tante altre aziende questo non è stato possibile. Inoltre, nonostante la frenata del contract, il retail è comunque cresciuto».


Nuovi modelli di business, attenzione particolare ai trend del mercato, ma anche continui investimenti, come quelli fatti per i nuovi headquarter aziendali ad Amelia, il cui progetto è a firma dello studio Progetto Reb. Un sito particolarmente significativo quello individuato – la vecchia fabbrica del pastificio Federici 1888, un’eccellenza italiana nel mondo della pasta, abbandonata da 14 anni – che sia la famiglia Cameli che uno dei soci di Progetto Reb, Filippo Cagnotto, definiscono un luogo simbolo della tradizione imprenditoriale del territorio.

L’intervento di recupero, un cantiere chiuso in poco più di 2 anni, ha riguardato una superficie di un terreno industriale di 80mila mq, dei quali 20mila mq coperti da una fabbrica e dei magazzini, 2400 mq di uffici e altri 2mila mq di showroom, per un investimento totale di 6 milioni di euro per la nuova sede logistico-produttiva della società di arredamento da outdoor. «È stata ristrutturata anche una collina – ha spiegato il fondatore di Talenti, Fabrizio Cameli –, con lo spostamento di moltissimi ulivi secolari. Inoltre, abbiamo previsto un centro ippico con istruttori certificati – ha continuato – e un allevamento di cavalli da corsa purosangue».

Un intervento contemporaneo dove si è mantenuto uno degli elementi più iconici e simbolici della Federici: l’alto silos dove veniva conservato il grano. «Abbiamo deciso di trasformarlo in un totem identitario – racconta Cagnotto – con un giardino verticale all’avanguardia. Al posto delle lamiere, sono stati inseriti dei nuovi pannelli metallici forati a disegno, giustapposti, che accompagnano questo verde verticale che muta con il cambio di stagione» spiega. Per dare continuità all’edificio anche in orizzontale, lo stesso verde ricopre anche le facciate del magazzino.

«Per la cantierizzazione – prosegue il progettista – siamo andati di pari passo con l’azienda, decidendo insieme gli step. Nel novembre 2018 abbiamo avuto accesso allo stabilimento e nel maggio 2019 abbiamo consegnato i magazzini – spiega ancora – a ottobre dello stesso anno le palazzine degli uffici, a gennaio abbiamo completato tutto».

Nella valorizzazione è stato mantenuto anche il cemento a vista, tipico dell’architettura brutalista che caratterizzava la struttura originaria esterna del sito. Mentre gli spazi interni di uffici e sale meeting sono stati progettati ex novo pur mantenendo il soffitto nervato in calcestruzzo, elemento distintivo di questi ambienti. Da ultimo, l’ampliamento dello showroom, per il quale è stata utilizzata una soluzione a teca, che contenga, anche figurativamente, i prodotti e il know-how di Talenti. 

Immagine di copertina ©Talenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: industria; uffici
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

Thebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy