le più lette...
le iniziative |
Un riconoscimento europeo per giovani progettisti

Al via la nuova edizione del Young Talent Architecture Award

di Tania Servidei | pubblicato: 13/07/2016
Al via la nuova edizione del Young Talent Architecture Award


La Fondazione di Barcellona Fundaciò Mies Van Der Rohe e Creative Europe lanciano il premio Young Talent Architecture Award (YTAA) 2016, estensione del concorso dell’Unione europea Mies van der Rohe Award dedicato all’architettura contemporanea. Sponsorizzato da Vectorworks and Jung e sostenuto da USM e World-Architects, YTAA è un contest che supporta i giovani talenti dell'architettura, della progettazione paesaggistica e dell'urbanistica nella costruzione della propria carriera lavorativa. 

Saranno le stesse università dell’Unione a valutare quali dei propri studenti, neolaureati con tesi di laurea discusse tra agosto 2015 e luglio 2016, far procedere con la partecipazione al bando. Il temine per registrarsi è il 15 luglio, mentre i progetti possono essere inviati entro il 31 agosto. Ad ottobre la giuria proclamerà i tre vincitori e assegnerà a ciascuno un premio in denaro del valore di 5 mila euro. La cerimonia di premiazione si terrà il 28 ottobre al Teatro Piccolo Arsenale de La Biennale di Venezia.

Con Young Talent Architecture Award il mondo accademico e professionale del costruito si avvicinano: i vincitori, giovani architetti che si affacciano alla professione, avranno l’opportunità di crescere professionalmente creando una rete di collaborazione lavorativa con le maggiori firme dell’architettura contemporanea e i critici coinvolti nel EU Mies Award.

Per visualizzare il bando completo: http://www.ytaaward.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag: cultura; formazione
Condividi


Torna indietro
Per approfondimenti scrivere a info@ppan.it
calendario newsletter
info@ppan.it
calendario
© 2017 PPAN srl via Nomentana 63, 00161 Roma - P.iva 12833371003

PPANthebrief Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 49 del 23/03/2015 - Editore: PPAN srl - Direttore responsabile: Andrea Nonni - privacy